BANDO PER IL MICROCREDITO

La Regione Lazio entro il 16 Gennaio 2017 raccoglierà le richieste di finanziamento relative a microimprese, partite iva ed imprese da costituire per l’assegnazione di fondi agevolati entro un massimo di 25.000 euro a progetto e fino ad esaurimento dei fondi europei disponibili (35 milioni di euro). Le richieste possono essere avanzate in tutti i settori e da tre tipologie di soggetti: persone fisiche interessate a costituire una nuova impresa, imprese già esistenti che siano però società di persone e non di capitale, ed in fine i professionisti titolari di postthumb-3-600x400partita iva.

Le spese ammissibili sono tutte quelle comprese nelle presenti categorie: spese di costituzione, spese di funzionamento, investimenti e costo del personale. Il finanziamento avviene entro un mese dalla data di presentazione/approvazione della domanda, ed il beneficiario deve compiere gli investimenti previsti entro 12 mesi dalla ricezione del finanziamento.

Nell’ambito di una strategia che mira all’innalzamento dei livelli occupazionali e alla crescita della produttività, rafforzando al tempo stesso la coesione sociale, i finanziamenti possono essere finalizzati a sostenere l’autoimpiego, l’avvio di nuove imprese e la realizzazione di un nuovo progetto di sviluppo nell’ambito di iniziative esistenti ubicate sul territorio regionale.

Destinatari Sono ammissibili i soggetti con difficoltà di accesso al credito bancario ordinario che rientrano nelle seguenti categorie:

  •  microimprese, in forma di società cooperative, società di persone e ditte individuali, costituite e già operanti, ovvero in fase di avvio di impresa che abbiano o intendano aprire sede operativa nella regione Lazio;
  •  soggetti titolari di partita IVA, anche non iscritti ad albi professionali, con domicilio fiscale nella regione Lazio.

Sono escluse le società di capitali e i soggetti che negli ultimi cinque anni presentino “anomalie bancarie” che saranno puntualmente elencate nell’Avviso (ad esempio: fallimento, bancarotta, etc …).

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili, entro i massimali che saranno indicati nell’Avviso, le spese connesse all’attività, indicate nel business plan e sostenute nel periodo di realizzazione del progetto, ma sono escluse le spese relative all’IVA e a qualsivoglia imposta o tassa. Non è possibile impiegare il finanziamento per consolidare debiti bancari, interessi passivi, né è possibile acquistare con il finanziamento beni di rappresentanza o ad uso promiscuo, quali ad esempio computer portatili e mezzi di trasporto.

CARATTERISTICHE DEL PRESTITO AGEVOLATO

Il finanziamento copre il 100% delle spese ammissibili del progetto, nel rispetto dei massimali previsti

Si tratta di un mutuo chirografario con le seguenti caratteristiche:

importo minimo: 5.000,00 euro;

importo massimo: 25.000,00 euro;

durata: fino a 84 mesi, incluso l’eventuale preammortamento;

preammortamento: massimo 12 mesi;

tasso: fisso, pari all’1% (uno per cento) annuo;

rimborso: in rate costanti mensili posticipate;

interesse di mora: 2% (due per cento) annuo.

Altri costi per il beneficiario:

spese di istruttoria: zero;

commissioni di erogazione o incasso: zero;

penale di estinzione anticipata: zero.

Non saranno richieste, a sostegno del finanziamento, garanzie reali, patrimoniali, finanziarie, né personali e non sono previste spese di istruttoria per il beneficiario.

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Se siete interessati al presente finanziamento, contattateci ai nostri recapiti presenti sul sito, ed un nostro consulente sarà a vostra disposizione per preparare tutta la documentazione e fissare un appuntamento presso un Soggetto Erogatore convenzionato con la Regione Lazio.